La crostata è il dolce più casalingo e più diffuso in Italia. E’ composta da una base di pasta frolla ricoperta con marmellate, creme, o frutta fresca. Come decorazione molto spesso si mettono delle strisce sottili prese dalla stessa frolla,utilizzata per la base. Ottima per merende e colazioni. Personalmente preferisco dare una forma tonda con i bordi pieghettati, ma si può scegliere anche una forma rettangolare. La crostata si mantiene per vari giorni anche se casa mia non dura più di un giorno. Nella preparazione di oggi, ho scelto una crostata aperta senza le striscioline, preferivo valorizzare la composta e la ricotta. Nella mia credenza ho sempre una scorta di marmellate di vari gusti, mi piace fare acquisti in giro nei supermercati, faccio scorte anche quando vado in vacanza cercando gusti particolari con prodotti autoctoni. Nella mia credenza spiccava tra le tante un bel barattolo di vetro con una composta di visciole, regalatami da Simonetta, un’ amica con cui ci scambiamo ricette e nuove preparazioni. Ho pensato, quale migliore occasione utilizzarla per questa crostata? Per dare una spinta in più ho aggiunto un’ ingrediente che si sposa bene con le marmellate e le composte, una magnifica ricotta! Adoro questo abbinamento!


Gli ingredienti per la base

  • 2 uova
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di farina
  • una tazzina da caffè di olio di semi
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di cannella

Ingredienti per farcire

  • 400 gr di ricotta
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • pizzico di cannella
  • composta di visciole

La preparazione per la base

Prepariamo, gli ingredienti, e cominciamo a fare la crostata di visciole

  1. Per prima cosa, tiriamo fuori dal frigo le uova, dovranno esssere a temperatura ambiente.
  2. Sbattiamo per bene le uova con lo zucchero, quando quest’ultimo si sarà sciolto, aggiungiamo a filo l’olio, continuando a sbattere.
  3. Quando avremo raggiunto un composto spumoso, uniremo la farina a pioggia, il lievito ed il latte.
  4. Continuiamo a lavorare l’impasto sul tavolo da lavoro, leggermente infarinato.
  5. Stendiamolo con un mattarello, e mettiamolo nella teglia leggermente oliata e infarinata per non farla attaccare.
  6. Adagiamo la frolla, e creiamo con le dita bordi alti, perché dovranno contenere bene la ricotta.
  7. Possiamo abbellire i bordi, con i rebbi di una forchetta.
  8. Bucherellare la base della frolla, per evitare le bolle, e spalmare un pochino di composta.
  9. Forno a 180° per 40 minuti circa

Preparazione farcia

  1. Unire la ricotta insieme con lo zucchero, lavorala con la forchetta, amalgamando bene gli ingredienti.
  2. Aggiungere un pizzico di cannella, per dare gusto
  3. Una volta pronta, spalmiamolo sulla frolla che nel frattempo si sarà raffreddata.
  4. Infine decorare la superficie con un’ abbondante composta di visciole.
  5. Mettere in frigo prima di servire.

La preparazione della crostata non richiede un tempo lunghissimo. Avere una scorta con gli ingredienti nella credenza, ci permetterà di fare un dolce in qualsiasi momento. Quando abbiamo voglia di un dolcetto, o in occasione di ospiti improvvisi. Non ha bisogno di lievitazione, ma solo il tempo di cottura. Vi potete sbizzarrire con tante marmellate, o composte con frutta di stagione

Gallery Fotografica

Dite la vostra!

E voi con quale gusti preparate la crostata? Io sono una fan, della crostata a doppio o triplo strato. Adoro sentire il gusto della frolla morbida, e delle marmellate. A breve la ricetta della triplo strato!

+2